Dalla silloge
«Diario del disertore
alla battaglia delle Termopili»
di Daniele Santoro