Duetto grafico poetico
ai primi di maggio del 2007
Testo di Giulio Stocchi.
Disegni di Tabea Nineo