logo RUBRIQUE 22

POLISCRITTURE
rivista cartacea in PDF scaricabili

Ultimo aggiornamento martedì 14 febbraio 2012.
Articoli recenti

I. Numero 8 dicembre 2011

martedì 14 febbraio 2012

H. Numero 7

martedì 10 maggio 2011

Redazione di "Poliscritture"
AVVISO
Questo è il vecchio sito di POLISCRITTURE.
Vi si trovano gli articoli pubblicati dal 1995 al 2010.

venerdì 24 dicembre 2010
Argomenti correlati: copertina

G . Numero 6 - dicembre 2009

giovedì 26 novembre 2009

F. Numero 5 - febbraio 2009

martedì 7 luglio 2009

E. Numero 4 - maggio 2008

giovedì 18 dicembre 2008

D. Numero 3 - novembre 2007

giovedì 28 febbraio 2008

C. Numero 2 - febbraio 2007

domenica 17 giugno 2007

B. Numero 1 - maggio 2006

maggio 2006
Argomenti correlati: precariato , Paolo di Tarso , israele , Magris , Fortini , Micromega , Terremoto

A. Numero zero - maggio 2005

maggio 2005

Questa è una rivista che:

1. pur memore della sconfitta delle esperienze di emancipazione o rivoluzione del Novecento e del fallimento delle dissidenze nei paesi del fu «socialismo reale», non rinuncia a costruire samizdat di critica elementare contro le menzogne dei potenti, anche quelle travestite da «senso comune»;

2. sarà attenta al mutare non neutro delle relazioni tra tempi e spazi globali e tempi e spazi locali e ai modi soggettivi con cui ne percepiamo i segni nei tanti luoghi/non luoghi dove ci ritroviamo ad abitare o a viaggiare;

3. incoraggerà gli esodi sia come fughe e evasioni fisiche alla ricerca di libertà e sopravvivenza (quelli, ad esempio, dei migranti) sia come diserzioni mentali da valori comunitari condivisi per conformismo e non più verificati sui bisogni reali dei viventi;

4. si misurerà con la storia adesso, ripensando cioè anche contro il presente, mai di per sé migliore del passato, gli eventi, massimi o minimi, sovente rimossi dagli stessi dominati o accomodati dagli storici di professione per compiacere la vanità dei dominatori di turno;

5. nel suo zibaldone accoglierà una molteplicità di scritture “creative” (poesie, diari, appunti, racconti, ecc.), oggi in crescita tumultuosa, le farà dialogare criticamente tra loro e con quelle saggistiche e scientifiche, in modo che possano sottrarsi sia all’ipnosi dei modelli commerciali o accademico-specialistici sia al solipsismo, poiché - come ha scritto Augé - «la scrittura porta sempre con sé un distanziamento dalla solitudine in funzione di nuovi legami e nessuno scrive senza pensare a chi lo leggerà».

6. con le sue letture d’autore proporrà esempi di come dei lettori attenti e curiosi interrogano alla luce delle proprie suggestioni, emozioni e convinzioni opere di ogni tipo (dal romanzo al saggio, dal film al brano musicale, al trattato scientifico) in vista di un sentire e un agire in comune;

7. per sondare vicinanze e distanze e confrontarsi con altri problemi e idee, salirà e scenderà sulla giostra delle riviste (cartacee o on line, specialistiche o divulgative), che sono in genere ancora laboratori di ricerca immuni dalla comunicazione-spettacolo.

POLISCRITTURE
rivista cartacea in PDF scaricabili